RESTARE INFORMATI DELLE ULTIME NOVITÀ? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

PEUGEOT HYPERCAR 9X8

.PEUGEOT HYPERCAR 9X8
.PEUGEOT HYPERCAR 9X8
PEUGEOT SPORT ENGINEERED
PEUGEOT SPORT ENGINEERED

NUOVA PEUGEOT 9X8 HYPERCAR – DESIGNED TO RACE

PEUGEOT svela il prototipo della Hypercar 9X8, la sua vettura da competizione di ultima generazione, che debutterà nel Campionato Mondiale Endurance (WEC) FIA nel 2022. Iper-efficiente, alimentata da un motore ibrido e dotata di trazione integrale, la PEUGEOT 9X8 fa parte della strategia della Neo Performance sviluppata da PEUGEOT, che mira a offrire una performance più virtuosa e responsabile, sia sui veicoli di produzione che in competizione. Una sinergia senza precedenti tra il team di ingegneri PEUGEOT SPORT e il team PEUGEOT Design ha dato vita alla 9X8.

Dopo mesi di intenso lavoro di squadra, gli ingegneri addetti allo sviluppo, sotto la responsabilità di Olivier Jansonnie, direttore tecnico di PEUGEOT Sport, e i designer, guidati da Matthias Hossann, direttore di PEUGEOT Design, rivelano le linee principali e il concetto aerodinamico di questa PEUGEOT 9X8.

/image/20/5/majeur-05-wec-34-front-575-354.797205.jpg

La PEUGEOT 9X8 succederà alla PEUGEOT 905 e alla PEUGEOT 908, che hanno vinto la 24 Ore di Le Mans rispettivamente nel 1992, nel 1993 e nel 2009. 

Con la 9X8, Peugeot mette in campo un vero e proprio progetto del marchio basato sul concetto di Neo Performance, che combina sportività ai massimi livelli, know-how tecnologico trasferibile ai modelli di produzione, efficienza ed eccellenza dal punto di vista stilistico.

/image/20/6/-04-wec-top-575-354.797206.jpg

Questo approccio è stato suggerito dal nuovo regolamento per la categoria Le Mans Hypercar (LMH), introdotto dalla FIA e dall’ACO (Automobile Club de l’Ouest), che subentra alla categoria regina LMP1.  Il regolamento offre maggiore libertà nel trattamento delle superfici aerodinamiche e incoraggia una riflessione radicalmente nuova e la progettazione di vetture innovative, più aperte all’inventiva delle equipe addette al design. Ingegneri e designer hanno colto questa opportunità per ideare nuovi processi creativi, per rompere i codici e per creare una PEUGEOT Hypercar che costituirà le fondamenta di un nuovo genere. 

/image/20/7/majeur-05-wec-34-front-zoom-575-354.797207.jpg

Il 9 iniziale caratterizza le vetture da competizione estrema del marchio, come le PEUGEOT Endurance 905 (1990-1993) e 908 (2007-2011), due macchine iconiche del produttore.

La X evoca le tecnologie della trazione integrale (4 ruote motrici) e dell’ibridazione di cui è dotata la nuova Peugeot Hypercar, che estende alla competizione la strategia di elettrificazione del marchio.

Per quanto riguarda l’8, è il numero che caratterizza tutti i nomi contemporanei delle vetture PEUGEOT: 208 e 2008, 308, 3008, 5008 e, naturalmente, 508, recentemente passata per le mani dello stesso team di ingegneri e designer della Hypercar, per diventare il primo modello a fregiarsi del nuovo logo PEUGEOT SPORT ENGINEERED.

UNO STILE MOZZAFIATO

«Conosco la qualità del lavoro e dell’innovazione perpetrata rispettivamente dal team PEUGEOT Design e PEUGEOT Sport, ma devo ammettere che con questa magnifica 9X8 mi hanno davvero stupita: combinare un’identità di marchio così potente con una linea così fluida e innovativa è semplicemente geniale», dichiara Linda Jackson, CEO di PEUGEOT.

/image/20/8/majeur-07-wec-3-575-354.797208.jpg

«Da una grandiosa PEUGEOT deriva un grande impegno, lo schizzo che ha guidato il nostro lavoro era un felino pronto a balzare», spiega Matthias Hossann, direttore del design PEUGEOT. «Tale attitudine si traduce in una cabina che sporge leggermente verso l’asse anteriore. In generale, la PEUGEOT 9X8 riprende i codici estetici del marchio: è un’auto affusolata, slanciata, elegante, in grado di ispirare emozioni e dinamismo».

Al di là della silhouette e dell’aspetto generale, l’équipe del design ha lavorato per integrare i codici tipici del marchio PEUGEOT in ogni dettaglio dell’esecuzione, naturalmente in un progetto caratterizzato da un’efficienza ottimale.

/image/20/9/16-wec-detail-large-575-354.797209.jpg

Caratteristica firma PEUGEOT, i tre artigli luminosi dei gruppi ottici anteriori e posteriori, integrano la 9X8 perfettamente nella gamma. Il nuovo logo con la testa del leone è presente ed è retroilluminato sul frontale e sulle fiancate della vettura. Grigio selenio con tocchi a contrasto di kryptonite (un verde-giallo acido): i codici colore presenti sulla carrozzeria e all’interno dell’abitacolo rimandano al nuovo marchio PEUGEOT SPORT ENGINEERED, inaugurato con la 508 e la 508 SW.

/image/21/0/10-wec-vue-dessus-mp-02-575-354.797210.jpg

L’abitacolo della 9X8 sorprende anche per l’estrema attenzione che il team di progettazione ha dedicato ad esso. «Volevamo offrire un design molto speciale all’interno della cabina di pilotaggio», dichiara Matthias Hossann.

/image/21/1/majeur-08-wec-vue-cote-mp-02-575-354.797211.jpg

«Fino ad ora, questo elemento è sempre rimasto molto anonimo: semplicemente funzionale e di carattere generico, senza alcuna espressione legata al marchio. Integrando i nostri colori e il nostro i-Cockpit, firma identificativa degli interni PEUGEOT, abbiamo ravvivato questo spazio. 

/image/21/2/-09-wec-vue-gauche-mp-02-575-354.797212.jpg

«Questo dovrebbe permettere agli spettatori di identificare immediatamente una PEUGEOT quando vengono trasmesse le immagini delle telecamere di bordo». 

/image/21/3/17-wec-detail-jante2-575-354.797213.jpg

All’esterno, i cerchi hanno beneficiato di un lavoro minuzioso e sottolineanoi tratti equilibrati e ben strutturati delle fiancate. I parafanghi sono caratterizzati da prese d’aria che rivelano la parte superiore degli pneumatici. Anche i retrovisori sono perfettamente integrati, e contribuiscono all’impressione che il flusso d’aria passi sopra la vettura senza alcun ostacolo.

NO WING ! Le opportunità del regolamento LMH

Nella parte posteriore della PEUGEOT 9X8, degli elementi finemente cesellati ospitano i tre artigli luminosi dei fari, che incorniciano un grande gruppo ottico, coronato da una scritta umoristica: «We didn’t want a rear wing» (Non abbiamo voluto un alettone posteriore).

«Il nuovo regolamento della Le Mans Hypercar (LMH) è stato progettato per livellare tutti i vettori classici delle prestazioni», spiega Olivier Jansonnie, direttore tecnico del programma WEC di PEUGEOT Sport. È stato emozionante, perché abbiamo avuto la libertà di inventare, di innovare e di esplorare modi fuori dal comune per ottimizzare le prestazioni della vettura, soprattutto la sua aerodinamica. Il regolamento consente di avere un solo elemento aerodinamico regolabile, senza specificare che debba obbligatoriamente essere l’alettone posteriore. I nostri calcoli e le nostre simulazioni hanno dimostrato che possiamo ottenere ottime prestazioni anche in assenza di un alettone posteriore.

/image/21/6/-02-wec-back2-575-354.797216.jpg

L’assenza di questa appendice aerodinamica dona alla silhouette della PEUGEOT 9X8 una fluidità che non si vedeva da decenni. I designer assieme agli ingegneri, hanno potuto scolpire volumi armoniosi e dinamici e creare superfici lisce che collegano le fiancate o si aprono sui passaruota anteriori.

/image/21/4/13-wec-detail-aile-av-575-354.797214.jpg

L’assenza di questa appendice aerodinamica dona alla silhouette della PEUGEOT 9X8 una fluidità che non si vedeva da decenni. I designer assieme agli ingegneri, hanno potuto scolpire volumi armoniosi e dinamici e creare superfici lisce che collegano le fiancate o si aprono sui passaruota anteriori.

/image/21/5/14-wec-detail-top-575-354.797215.jpg

L’assenza di questa appendice aerodinamica dona alla silhouette della PEUGEOT 9X8 una fluidità che non si vedeva da decenni. I designer assieme agli ingegneri, hanno potuto scolpire volumi armoniosi e dinamici e creare superfici lisce che collegano le fiancate o si aprono sui passaruota anteriori.

Un gruppo motopropulsore ibrido iper-efficiente

Un V6 2,6 litri bi-turbo aperto a 90° da 500kW (680CV), ovvero il motore termico del propulsore PEUGEOT HYBRID4 500KW che sarà installato nella parte posteriore della 9X8, da aprile sta facendo i suoi chilometri durante i test al banco, come previsto.

Il motore/generatore elettrico da 200kW, che sarà collocato nella zona anteriore, il cambio sequenziale a 7 rapporti e la batteria sono in fase di assemblaggio, in linea con il programma di validazione dei test al banco. PEUGEOT Sport e Saft, filiale di TotalEnergies, intraprendono ogni giorno una sfida a livello tecnologico sviluppando insieme la batteria ad alta densità, ad elevata potenza e ad Alta Tensione (900 Volt).

Le Mans, un laboratorio per PEUGEOT

Oltre all’efficienza aerodinamica, meccanica ed elettronica, è l’intero know-how dell’ingegneria PEUGEOT che viene convalidato nelle corse, e più che altrove nell’evento estremo rappresentato dalla 24 Ore di Le Mans. I 5400 chilometri percorsi dalle auto a Le Mans in 24 ore sono più o meno quanto una macchina di Formula 1 percorre in un’intera stagione. Le esigenze in termini di affidabilità ed efficienza sono quindi assolute.

Linda Jackson afferma: «L’impegno di PEUGEOT nelle corse Endurance va oltre la semplice competizione: è un laboratorio estremo per PEUGEOT. Questo spiega anche il motivo per cui il nostro legame con Le Mans è così forte. Il risultato sportivo è importante, ma forse lo è ancora di più la convalida delle nostre tecnologie e ricerche durante una gara di 24 ore disputata in condizioni estreme. Proveremo il sistema ibrido e le tecnologie per ridurre il consumo di carburante e di conseguenza le emissioni di CO2 che stiamo sviluppando per i nostri veicoli di produzione durante le competizioni. È un motivo di orgoglio per i nostri team PEUGEOT Sport vedere le loro ricerche integrate nelle auto della nostra gamma. Per i nostri clienti, il laboratorio di Le Mans rappresenta una garanzia di qualità delle nostre auto. »

La parola ai piloti:

«Non abbiamo mai visto niente di simile», affermano i piloti, Loïc Duval, Jean-Eric Vergne, Mikkel Jensen, Kevin Magnussen, Gustavo Menezes, Paul Di Resta e James Rossiter, tutti estremamente bramosi di mettersi al volante dell’auto per i primi test previsti per la fine dell’anno, secondo il programma iniziale.

/image/19/4/-01-groupe-ndp-1280-512.797194.jpg
/image/20/0/-04-pdr-1920-1080.797200.jpg

Paul Di Resta

Scozzese, 35 anni, ex pilota di Formula 1 e campione DTM 2010

«Tutti si domandavano cosa fosse una Hypercar. Ora è reale. Il suo look aggressivo e innovativo, l’identità del marchio, sorprenderà. »

/image/19/6/-03-ld-1920-1080.797196.jpg

Loïc Duval

Francese, 39 anni, vincitore della 24 Ore di Le Mans e campione del mondo di Endurance 2013

«Ci sono alcune auto che colpiscono esteticamente solo per la parte frontale, quella laterale piuttosto che quella posteriore. La 9X8 invece è davvero bella da tutti i lati! »

/image/19/9/-02-mj-1920-1080.797199.jpg

Mikkel Jensen

Danese, 26 anni, pilota di Endurance, campione ELMS LMP3 2019

«La 9X8 ha una silhouette molto diversa da quelle che sono state mostrate o suggerite negli ultimi mesi. Se riusciamo a far vincere questa vettura entrerà nella storia, perché è unica nel suo genere. »

/image/19/7/-07-km-1920-1080.797197.jpg

Kevin Magnussen

Danese, 28 anni, ex pilota di Formula 1, pilota di Endurance in IMSA

Una cosa del genere non si era mai vista prima d’ora. Si tratta del futuro dell’auto da corsa. È la prima volta che un’auto da corsa viene progettata a questi livelli di design. E devo dire che sono davvero rimasto sorpreso dall’assenza dell’alettone posteriore. È l’inizio di una nuova era. »

/image/20/1/-05-gm-1920-1080.797201.jpg

Gustavo Menezes

Statunitense, 26 anni: pilota WEC e ALMS, vincitore di Le Mans e campione del mondo LMP2 2016

« La 9X8 apre una nuova pagina all’interno degli sport motoristici. Gli ultimi dieci anni sono stati segnati dai prototipi LMP1, è il momento di costruire un futuro iconico con la 9X8. » 

/image/20/2/-06-jr-1920-1080.797202.jpg

James Rossiter

Britannico, 37 anni, ex pilota di Formula 1, ALMS e Super GT

Non mi aspettavo questo livello di creatività. È una vera svolta! Con questa Hypercar, PEUGEOT introduce nuovi orizzonti. »

/image/19/8/-08-jev-1920x1080.797198.jpg

Jean-Eric Vergne

Francese, 31 anni, ex pilota di Formula 1, due volte campione di Formula E

«La PEUGEOT 9X8 è completamente rivoluzionaria. Le squadre si sono spinte in una direzione che non si vedeva da anni nel settore dell’automobilismo. È davvero magnifica. » 

Con la sua partecipazione al Campionato mondiale di Endurance, PEUGEOT apre un nuovo capitolo, quello delle Neo Performance.

Il marchio torna alle corse Endurance con l’eccezionale opportunità di lavorare in questo sport attraverso l’ibridazione benzina/elettrica. L’ibridazione elettrica è una tecnologia che PEUGEOT Sport padroneggiada oltre 10 anni. La 508 PEUGEOT SPORT ENGINEERED trae la sua filosofia, la sua tecnologia e le sue prestazioni dall’esperienza acquisita con la PEUGEOT 908 Hybrid4 e il prototipo PEUGEOT 908 HY, poi con il progetto PEUGEOT 208 HYbrid FE e più recentemente con la PEUGEOT 308 R Hybrid presentata nel 2015.

La 508 PEUGEOT SPORT ENGINEERED rappresenta la sintesi di tutto questo lavoro e della maestria a livello tecnologico. Può definirsi la degna erede dei progetti citati sopra. ll DNA da competizione e la maestria tecnologica di PEUGEOT Sport si incontrano in questo veicolo, una sintesi di prestazioni ad altissimi livelli, valori di emissionecontrollati (38 g CO2), e una mobilità ZEVi fino a 54 km (WLTP).

NUOVA LINEA 508 PEUGEOT SPORT ENGINEERED

/image/20/3/508-pse-ndp.797203.jpeg
Dimostrate il vostro spirito estetico e innovatore al volante della nuova 508 & 508 SW PEUGEOT SPORT ENGINEERED e godetevi le sensazioni derivanti dalle alte prestazioni e basse emissioni della nuova linea di prodotti efficiente ed elettrificata.
 

SCOPRIRE LA GAMMA PEUGEOT SPORT ENGINEERED